Le Vibrazioni saranno tra i Big del Festival di Sanremo 2020.
Le Vibrazioni saranno tra i Big del Festival di Sanremo 2020.

BIG SANREMO 2020: tornano sul palco dell’Ariston LE VIBRAZIONI con DOV’È

Tra i Big di Sanremo 2020 ci saranno Le Vibrazioni a costituire la componente ‘corale’, con “Dov’è”. Sarà la terza volta che la band capitanata da Francesco Sarcina che partecipano al Festival della canzone italiana. Nel 2004 avevano debuttato sul palco dell’Ariston con “Ovunque andrò”. Del 2018, solo due anni fa, è il grande ritorno della band a Sanremo con “Così Sbagliato”. Non si può non amare il featuring con Skin.

Le Vibrazioni – Così sbagliato

All’alba del nuovo millennio, Le Vibrazioni suonano la nostalgia e la malinconia di una musica suonata bene. Ogni volta che si mostrano al pubblico, continuano a risuonare inconfondibili nelle loro composizioni. Il sound orecchiabile si incontra con il timbro molto particolare del frontman. “Dedicato a te” non è solo radiofonica, ma è un brano ben scritto che entra a far parte della hit di quegli anni. Talmente iconico che Elio e le storie tese lo hanno citato nel video di “Shpalman”.

Le Vibrazioni – Dedicato a te

Il primo album omonimo è stato certificato disco di platino. Contiene canzoni del calibro di “Vieni da me”, “In una notte d’estate” e “Sono più sereno”. “…E se ne va” è anche scelta per la colonna sonora di “Tre metri sopra il cielo”.

“Ovunque andrò”, con cui parteciparono per la prima volta a Sanremo nel 2004, è una ballata pacata, che non riesce a scatenare gli animi con la produzione dei primi anni. Con il terzo album, “Officine meccaniche”, Le Vibrazioni cercano di asciugare la loro anima pop. Questa è volata via per lasciare posto a un rock carico di virtuosismi e di tutti quegli estetismi che il ‘post’ anteposto a qualsiasi genere musicale può portarsi dietro.

Le Vibrazioni – Sai

Poi giunge il momento delle divisioni. Marco Castellani lascia Francesco Sarcina, Stefano Verderi e Alessandro Deidda. Ma solo per qualche anno. Nel frattempo, Le Vibrazioni avrebbero aperto nel 2010 il concerto degli AC/DC a Udine e la loro “Insolita” sarebbe entrata a far parte della colonna sonora di “Colpo d’occhio”.

Pieni di sorprese e di esperienza, chissà cosa ci riserva il brano in gara alla 70esima edizione del Festival di Sanremo. Una virata sul post-rock come per “Così sbagliato”? Un ritorno al pop-rock di “Dedicato a te”? Il testo di “Dov’è” è stato passato sotto la lente del linguista Lorenzo Coveri, che l’ha valutato appena sufficiente. Ma una canzone non è solo metrica. È indistricabile dalla composizione sonora.