L’8 giugno di 27 anni fa usciva “Giorgia“, il primo disco omonimo della cantautrice italiana. Un album pop soul, con chiare influenze della black music americana, e un pizzico di blues, jazz e rock, che consacra la giovane artista – poco più che ventenne ai tempi – al successo. 13 tracce che accarezzano tematiche delicate e importanti, facendo innamorare i fan. Tutt’ora è uno dei dischi di Giorgia più apprezzati.

Tra i brani presenti in “Giorgia”, due vengono presentati in occasione del Festival di Sanremo. Il primo, “Nasceremo”, in occasione del debutto di Giorgia a Sanremo Giovani, dove si classifica prima. L’anno successivo, grazie alla vittoria della gara precedente, la cantante si esibisce con “E Poi” nella categoria “Nuove Proposte”, classificandosi tuttavia solamente 7°. Nonostante questo quest’ultimo brano è uno dei maggiori successi della cantante .

27 anni fa Giorgia pubblica il suo primo omonimo album che contiene grandi successi come “E Poi” e “Nasceremo”

L’album viene ristampato nel 2005, permettendole di vendere ben 170mila copie. All’interno delle tracce troviamo una grande varietà di sonorità e argomenti, come detto sopra. Quasi tutti i testi sono firmati da Giorgia stessa, tranne la cover di “Nessun Dolore” di brano di Lucio Battisti. In questa prima fatica della cantautrice è importante menzionare “Alba”, una poesia scritta da lei, e “Uomo Nero”, duetto con il padre Giulio Todrani.

Giorgia, classe ’71, è senza dubbio una delle artiste italiane più apprezzate. Nella sua carriera vanta numerosi premi, tra cui 14 Italian Music Awards, l’onorificenza UniMarche di Musicultura e una candidatura al David di Donatello. Tante e importanti le collaborazioni, da Pino Daniele a Sting, da Luciano Pavarotti a Bryan Adams e tanti, tanti altri. Secondo Billboard avrebbe potuto avere lo stesso successo riscontrato in Italia anche all’estero, data l’estrema bravura e versatilità. La rivista la definisce “La quarta Voce più grande al mondo”.

(Visited 12 times, 1 visits today)