Josh Kiszka dei Greta Van Fleet in concerto.
Josh Kiszka dei Greta Van Fleet in concerto.

GRETA VAN FLEET, in arrivo nel 2021 THE BATTLE AT GARDEN’S GATE, il secondo disco della band

Dopo un silenzio durato un anno e dopo un singolo uscito inaspettatamente lo scorso ottobre, i Greta Van Fleet annunciato un nuovo album.

Greta Van Fleet, in arrivo il secondo disco in studio

La seconda fatica in studio per la giovane band vedrà la luce il prossimo anno e sarà disponibile nei negozi il 16 aprile 2021. Intanto oggi è uscito il nuovo singolo della band dal titolo “Age Of Machine”, che segue di poco “My Way, Soon”.

Il nuovo lavoro dei Greta Van Fleet, ideale seguito di “Anthem of the Peaceful Army”, si chiamerà “The Battle At Garden’s Gate”, e la band ha già svelato con un breve video sui social la copertina del disco 

Il secondo lavoro in studio dei Greta Van Fleet è stato registrato agli Henson Recording Studios e al No Expectations Studio; includerà 12 nuovi brani (tra cui i due singoli di cui sopra) ed è stato prodotto da Greg Kurstin che ha già lavorato a “Concrete and Gold” dei Foo Fighters.

Le dichiarazioni di Josh Kiszka

Nel corso in un’intervista a Rolling Stone, il cantante dei Greta Van Fleet, Josh Kiszka ha detto:

«Ci sono sicuramente riferimenti biblici. Non solo nel titolo, ma in tutto l’album. Questo è un mondo che racchiude le antiche civiltà, proprio come il nostro universo parallelo. È un’analogia. Ogni canzone è un tema. Un ingrandimento di diverse culture e civiltà all’interno di questo mondo alla ricerca di un qualche tipo di salvezza o illuminazione»

Il secondo lavoro in studio potrebbe essere decisivo per capire di che pasta sono fatti realmente i Greta Van Fleet. La band che è stata molto spesso criticata per le troppe affinità con i Led Zeppelin, ha adesso la possibilità di smentire tutti e dare vita a un percorso artistico più “di carattere”.

Nonostante tutto, “Anthem of the Peaceful Army” è stato comunque un bel successo e ha conquistato comunque buona parte della critica. In molti hanno visto nei Greta Van Fleet la nuova speranza del rock mondiale, staremo a vedere se la nomina è meritata o meno.