Vasco Rossi durante il suo "No Stop Live" allo Stadio Olimpico – Roma, 12 giugno 2018.
Vasco Rossi durante il suo "No Stop Live" allo Stadio Olimpico – Roma, 12 giugno 2018.

VASCO ROSSI omaggia i 41 anni di COLPA D’ALFREDO

Sono passati 41 anni dall’uscita di “Colpa d’Alfredo”, terzo album in studio di Vasco Rossi. Per omaggiare e ricordare il grande successo guadagnata dalla sua opera discografica, il Rocker di Zocca ha condiviso sui social un lungo post. La didascalia è tratta dal libro “Colpa d’Alfredo” del giornalista Marco Mangiarotti.

«41 anni di “Colpa d’Alfredo”!! Questo è stato il primo album in cui c’è stata questa presa di coscienza: Voglio fare del rock. Perché avevo cominciato a suonare dal vivo e davanti alla gente. Che non mi conosceva, non mi cagava proprio, anzi, a volte se poteva mi insultava»

Ricordiamo che dallo scorso 27 novembre “Colpa D’Alfredo” è tornato nei negozi grazie a una speciale edizione da collezione. Questo grazie a Sony Music (Legacy Recordings) che dal 2018 ha iniziato la pubblicazione della serie R>Play, dedicata ai 40esimi anniversari degli album di Vasco Rossi.

«Così è nato il mio modo di esprimermi: io scrivevo le canzoni per andargliele a cantare in faccia. Le facevo forti, tipo “Sensazioni”, perché non dovevano neanche avere il tempo di dirmi stronzo. Questa era l’esigenza. Era il mio modo di fare spettacolo, facevo la rockstar, un po’ come il mio mito Jagger e i Rolling Stones. Non come i cantautori, che prendendosi molto sul serio, non facevano spettacolo»

Nella versione di “Colpa d’Alfredo” con audio rimasterizzato, di cui abbiamo parlato sopra, è disponibile proprio il libro da cui è tratto lo spezzone ricondiviso da Vasco Rossi sui social. Questo è definito “l’album dalla svolta rock di Vasco Rossi”, definito così anche dall’ingegnere del suono Maurizio Biancani ai tempi, che ha curato proprio la recente ristampa.

«Spiegavano ancora le canzoni; io, invece, non le volevo proprio spiegare, perché dicevo che non bisogna più spiegarle prima, ma cantarle; e, a quel punto, se la gente le capisce bene, se non le capisce torno a casa. Di lì è nato tutto»

Oggi 3 aprile 2021 Vasco Rossi festeggia una data molto importante. Il cantautore, molto attivo sui social, ha voluto condividere con i propri fan l’ennesimo pezzo di storia fatta di soddisfazioni e successi. E tutti questi fan, chissà che cosa gli racconta? Per noi è la macchina che c’ha che conta.