Durante una intervista per il programma della BBC Reel Stories, Rod Stewart ha fatto delle interessanti dichiarazioni. Tra il ’59 e il ’65 partecipò alle Aldestorn Marches, organizzate dalla “Campaign for Nuclear Disarmament”. Ha ammesso, tuttavia, che il suo scopo non era propriamente far parte degli attivisti alla manifestazione.

Rod Stewart: «Lo facevo per scopare: della guerra non mi fregava nulla. Era solo ribellione, tutto qui…»

Il cantante di Faces ha parlato anche di ciò di cui non avrebbe mai potuto fare a meno: la capigliatura. Lui e i suoi amici non avrebbero mai e poi mai rinunciato alla classica acconciatura cotonata di quegli anni.

«Sulla metropolitana, a Londra, la preoccupazione principale era proteggere i nostri capelli cotonati, perché l’arrivo del treno provocava un vento terribile»

Infatti, sei o sette della sua “banda” scendevano al binario tenendosi i capelli. Ma c’è un qualcosa di cui non parla con molta… serenità, diciamo. Vestiti e igene. Già, sembra che negli anni ’60  il tutto venisse un po’ trascurato.

«Dovevi puzzare. Eri costretto a indossare dei pantaloni di velluto a coste per mesi, fino a farli diventare davvero puzzolenti. Non ci si cambiava le mutande, era disgustoso»

Probabilmente , dopo le dichiarazioni di Rod Stewart, d’ora in avanti a chi ci dirà “Ah, quanto mi mancano gli anni ’60”, risponderemo con una grassa risata.

Human (2008 Remaster)

Provided to YouTube by Rhino AtlanticHuman (2008 Remaster) · Rod StewartHuman℗ 2001Atlantic Recording Corporation for the United States and WEA International…

(Visited 2 times, 1 visits today)