Diamo il benvenuto ad Alessandro Angelone su Music.it! Non amando troppo gli schemi, iniziamo questa intervista chiedendoti di raccontarci un simpatico aneddoto riguardante la tua carriera.

Dopo aver terminato un esame ho avuto modo di riaccompagnare l’esaminatrice inglese nel suo hotel nel centro di Pescara. Mio padre, che di inglese non sa nemmeno una parola, provava a dialogare con lei in modo imbarazzante e io mi sono trovato a fare il traduttore improvvisato.

Siamo qui per fare due chiacchiere con te, riguardo il tuo primo album, “Stars_At_Dawn”. Raccontaci un po’ come è nato questo disco.

L’album è un progetto che raccoglie due anni di composizione e di vita. È nato dal bisogno di percorrere e mostrare attraverso la chitarra i sentieri e le strade del mio mondo interiore.

La tua musica abbraccia il jazz, il pop ed a volte si immerge nel blues. Ti piace spaziare tra i generi, è evidente, ma se ti chiedessimo di sceglierne uno, in quale di questi ti senti più a tuo agio?

Difficile dirlo, ogni brano mi lascia un sapore diverso, a prescindere dal genere. Il jazz è divertente da suonare, così come il blues e il rock. Il pop mi piace e come ogni genere ha i suoi alti e bassi. Mi sento più a mio agio nel fingerstyle, che è il genere del mio album. Fra le scelte da voi proposte mi sento di dire pop.

La freschezza della tua giovane età si rispecchia nell’intraprendenza di un disco solista. Molti tuoi coetanei, per facilità, sarebbero in qualche band a farsi le ossa. Tu, invece, tenti da subito il grande salto tra i grandi?

Mi piace vivere la musica con serenità e serietà. Non so dove mi porterà tutto questo ma spero di vivere belle emozioni d’ora in avanti, come già ne ho vissute. Anche io suono in una band e siamo agli inizi, è bello condividere la musica con altri musicisti.

Se guardassi da fuori il chitarrista Alessandro Angelone, dopo aver ascoltato “Stars_At_Dawn”, quale sarebbe l’aspetto artistico che ti colpirebbe di più?

Non ne ho idea, probabilmente la passione con cui suona alcuni brani.

Ci piace conoscere i nostri ospiti, specialmente i più giovani come te, anche al di fuori della musica. Quali sono i tuoi interessi, nei momenti in cui non imbracci una chitarra?

Ho tanti hobby, mi piace disegnare, lo faccio anche a scuola, leggo libri e sto ogni tanto su YouTube. Frequento un dojo di karate e per il resto esco con gli amici.

Tu sei un classe 2002, impossibile non chiederti cosa ne pensi dei social networks come forma di pubblicità per la tua musica. Ti ritieni fortunato o avvantaggiato in questa era così tecnologica?

Li trovo molto efficaci e ne faccio uso, sono curioso di vedere come il mercato della musica cambierà in futuro.

Se dovessi scegliere, avendo a disposizione l’ultimo oggetto da mettere in valigia, porteresti con te la chitarra acustica o quella elettrica?

La chitarra acustica, è il mio strumento principale e ha un suono che amo alla follia.

Ci sono date già fissate tra il finire di questo anno ed il 2020, in cui possiamo venire ad ascoltare la musica di Alessandro Angelone dal vivo?

Per ora no perché ho ancora impegni scolastici, ma in futuro ce ne saranno molte.

Le nostre domande sono terminate, ti salutiamo e ringraziamo per averci concesso un po’ del tuo tempo. Lascio a te lo spazio per aggiungere ciò che vuoi e, magari, per fare un saluto ai tuoi fan e alle persone che seguono Music.it.

Grazie mille per le domande, che ho trovato molto originali. Invito tutti a dare un’occhiata alle mia pagine social: Instagram, Facebook e al sito di Music Force.

Alessandro Angelone – Plot twist (Official Video)

Music video by Alessandro Angelone performing Plot twist © 2019 Music ForceAscolta e acquista:https://songwhip.com/alessandroangelone/plot-twist℗ © Music Force

(Visited 1 times, 1 visits today)