Geoff Nicholls, ex membro dei Black Sabbath.
Geoff Nicholls, ex membro dei Black Sabbath.

BLACK SABBATH : pubblicata su Youtube una versione inedita di HEAVEN AND HELL

Da decenni le case discografiche e gli studi di registrazione cercano senza sosta nei propri archivi registrazione inedite; a volte questi ritrovamenti offrono un punto di vista inusuale su momenti nebulosi della storia della musica moderna o contribuiscono a far conoscere professionisti che lavoravano insieme a band e frontman di fama mondiale, ma che sono sempre rimasti dietro le quinte. Geoff Nicholls ad esempio era un artista poliedrico che ha gravitato per tutta la sua carriera musicale intorno ai Black Sabbath e agli ex-membri della band, ma il cui contributo è sconosciuto ai più.

Dopo che Tony Iommi produsse l’omonimo album della sua prima band (i Quartz), Nicholls venne assunto come bassista al posto di Geezer Butler nel 1979, che aveva momentaneamente abbandonato il gruppo in seguito al licenziamento di Ozzy Osbourne, all’inizio di quella che i fan chiamano l’era Dio dei Black Sabbath.

Geoff Nicholls era un artista poliedrico che ha gravitato per tutta la sua carriera musicale intorno ai Black Sabbath e agli ex-membri della band, ma il cui contributo è sconosciuto ai più

Grazie alle sue qualità Geoff Nicholls rimase nella band come membro esterno, nelle vesti di chitarrista e tastierista. Lavorò ufficialmente in ben 10 album  e partecipò ad innumerevoli concerti dal vivo in tutto il mondo; nel 1986 divenne un membro ufficiale della band e cominciò a presentarsi sul palco con gli altri Sabbath (fino ad allora infatti poteva suonare esclusivamente nel backstage); arrivò a sostituire Glenn Hughes alla voce in tour dopo un infortunio del cantante.

Dopo la sua scomparsa, avvenuta nel 2017 per un tumore ai polmoni, sulla figura di questo importante elemento pareva calato il sipario; ma circa una settimana fa in una proprietà del musicista sono state ritrovate migliaia di registrazioni. All’interno di questo archivio è stato recuperato un nastro contente una delle prime versioni dello storico brano ”Heaven & Hell”; ribattezzato ”ON & ON HEAVEN & HELL ORIGINAL VERSION GEOFF PLAYING BASS.”

La registrazione, secondo il canale Youtube Geoff Nicholls Archives, avvenne durante una prova in studio in cui Nicholls suonava il basso con gli altri componenti ufficiali della formazione 1979. Ascoltando il brano possiamo notare come la struttura della canzone fosse già quella che tutti i fan dei Black Sabbath conoscono; l’unica sostanziale differenza è per l’appunto un riff di basso molto più asciutto ed essenziale rispetto a quello che poi riscrisse Butler al suo rientro in formazione.

L’amministratore del canale riporta inoltre alcune dichiarazioni del musicista scomparso che gettano una nuova luce sulla genesi di  ”Heaven & Hell” :

«Avevano già ”Children Of The Sea”. Geezer non era lì (nei Black Sabbath, ndr.) e a quel punto ho dovuto suonare il basso per iniziare a comporre le altre canzoni. La prima che è saltata fuori è stata “Heaven And Hell”, non male come primo tentativo, eh?  Stavo suonando una linea di basso cicciotta molto simile a quella composta per “Mainline Riders” dei Quartz. Tony aveva un riff in mente che ha suonato sulla mia linea di basso. Stavo solo cazzeggiando e improvvisamente tutto è partito da lì. È stato molto, molto semplice ma ha funzionato davvero.
Geezer non c’era lì e a quel punto ho dovuto suonare il basso per iniziare a comporre le altre canzoni. La prima che è saltata fuori è stata “Heaven And Hell”, non male come primo tentativo, eh?
Geezer non era nemmeno lì», continua Geoff parlando della paternità del riff, «Ricordo benissimo la prima jam in studio di quella canzone. È stato tutto molto spontaneo. Quando Tony, io, Bill e Ronnie avevamo finito, avevamo questa canzone lunga otto minuti e mezzo! Ha funzionato e avevamo tutti dei grandi sorrisi sui nostri volti. In seguito Geezer mi disse che non avrebbe mai suonato quel riff perché era troppo semplice»

Anche se oltre al demo tape non abbiamo prove concrete sulla bontà delle affermazioni di Geoff Nicholls, ci rimane una visione interessante su un pezzo della storia dell’heavy metal.

https://youtu.be/uAk4Z3sX0F4