Fedez su marracash: Parlo di galera, perché conosco chi ci è statoè un po’ come dire: ‘ti sistemo io l’impianto elettrico perché mio zio è elettricista’

A pochissimi giorni dall’uscita del nuovo album di Marracash è già polemica tra lui e Fedez. Infatti il rapper milanese è stato ripreso più volte da Marra che sembra non credere alla sua moralità e alle battaglie per le quali sta combattendo proprio Fedez. Attenzione, nessun tono alto da scenetta di “Uomini e Donne” ne paroloni. Semplicemente Marracash si è limitato a dare una suo opinione in materia di denuncia sociale, a proposito di quello che Fedez sta facendo. Lui dalla sua ha reputato giusto rispondere a suon di storie Instagram.

Ma vediamo prima quale è stata la frase che ha portato le dita di Fedez a correre veloci sullo schermo del suo cellulare per rispondere:

«Non è una cosa personale. Io e lui abbiamo visioni della vita opposte e antitetiche. Lui rappresenta quelli che si impegnano oggi per una cosa e domani per un’altra senza avere credibilità, senza conoscere il problema. Io posso parlare di galera perché conosco chi ci è andato. Elodie può parlare di gay perché lo sono persone della sua famiglia».

Marracash

E subito la risposta di Fedez non si è fatta attendere. Ovviamente le storie su Instagram lasciano il tempo che trovano, ma le parole del rapper sono state precise e misurate:

«Dispiace leggere da una persona come Marracash che reputo intelligente e sensibile una frase così. Non conosci le storie dei membri della famiglia, ma non è questo il punto che mi stranisce della tua affermazione. Spesso io ed Elodie ci siamo spesi per le medesime battaglie e ho sempre apprezzato quello che ha fatto. Esistono migliaia di attivisti in Italia che portano avanti ogni giorno battaglie per i diritti civili senza rientrare personalmente in una delle categorie per le quali combattono. Io credo sia così che si ottengono delle conquiste, quando il problema di una minoranza diventa un problema da risolvere per tutti».

Fedez

Insomma, un botta e risposta veloce che non lascia molto spazio a interpretazioni, se non le ultime parole di Fedez che colpiscono nel segno e trovano il pelo nell’uovo (ndr. un pelo di elefante, perché la cosa non era sfuggita neanche a noi).

«Parlo di galera, perché conosco chi ci è stato è un po’ come dire: ‘ti sistemo io l’impianto elettrico perché mio zio è elettricista’. Trovo molto pericoloso dire ‘Elodie può parlare di gay perché lo sono i membri della sua famiglia’. Perché sarebbe come dire ‘per le discriminazioni razziali si possono battere solo le persone nere e i loro parenti»

Fedez