Chester Bennington, cantante dei Linkin Park e padre di Jaime Bennington
Chester Bennington, cantante dei Linkin Park e padre di Jaime Bennington

I 5 brani più iconici degli anni ’00

Sono passati ormai due decenni dall’apertura del nuovo millennio, ma in realtà sembra tutto così vicino e allo stesso tempo così lontano. Se però c’è qualcosa in grado di riportarci in un lampo a quei tempi, è proprio la musica, quindi ecco 5 brani che sono diventati icone degli anni ’00.

Britney Spears – Oops!…I Did It Again (2000)

La fidanzatina d’America, o almeno prima degli scandali. Britney a quei tempi andava forte e se hai vissuto un po’ quegli anni non puoi aver dimenticato questa canzone che ha conquistato ogni classifica.

Eminem – The Real Slim Shady (2000)

Signore e signori, sua maestà il re bianco del rap: Eminem. E sì, perché il nuovo millennio è stato la sua luna. Ha conquistato tutto sin da subito e ha diretto per anni le tendenze di mercato, entrando nella testa e nelle compilation mp3 di chiunque.

Linkin Park – In The End (2001)

E se il pop e il rap prendevano piede con i due ragazzi sopra citati, dall’altra parte c’era chi preferiva atmosfere più tese e aggressive. Chi meglio dei Linkin Park? Se in quei tempi avete girato un po’ su YouTube, era impossibile non incappare in qualche amv che questa canzone come colonna sonora (tutti voi state pensando a Dragon Ball, lo sappiamo).

Evanescence – Bring Me To Life (2003)

Altro brano da repertorio che quasi nella metà degli anni ’00 era ovunque. Non importava quale fosse il tuo stile. Se la sentivi la cantavi. E mentre la maggior parte di noi avevano gli occhi a cuore per Britney, tutti in realtà sapevamo di amare Amy Lee.

Red Hot Chili Peppers – By the Way (2002)

E con loro chiudiamo il cerchio, dopo essere passati dal pop, al rap, al metal e il Nu Metal, poteva mancare il funk? I RHCP in questo sono stati un po’ i nostri tutori. In un mondo di simili, loro si sono distinti e ci hanno fatto ballare per tutta la decade.