I Måneskin vincitori degli EMA 2021
I Måneskin vincitori degli EMA 2021

Non si ferma la corsa dei Måneskin: vittoria agli EMA

Sembra impossibile ormai fermare la band romana che dopo aver conquistato il pubblico della Rai, poi il podio all’Eurovision Song Contest, l’America, gli show e tutte le classifiche, raggiunge un altro traguardo. Proprio ieri sera infatti si aggiudicano il premio come miglior band rock agli EMA.

Il traguardo è importantissimo per due motivi: il primo è che si tratta della prima rock band della storia che conquista questo titolo. Il secondo è che stavolta la strada verso il premio sembrava davvero impraticabile. In corsa per il titolo infatti, c’erano nomi della musica mondiale come gli Imagine Dragon e I King Of Leon, e per avvicinarci ancora di più al genere, i The Killers e infine addirittura i Foo Fighters.

Insomma, per tutti quelli che credevano che fino ad ora la band romana avesse seguito un incredibile scia fortunata, aiutati dalle major e dagli sponsor, forse è davvero ora di ricredersi.

Forse i Måneskin non saranno la band più innovativa degli ultimi 30 anni, non avranno lo stesso impatto di Queen o Nirvana ai loro tempi, ma comunque stanno dando il massimo per portare a termine un percorso appena iniziato.

Il premio agli EMA non viene assegnato sicuramente a caso, o per moda, e i Måneskin stanno dimostrando di avere attributi e testa, seppur giovanissimi.

Sicuramente è presto per attribuirgli un pezzo di storia, ma la carta dice che lo hanno già fatto. Forse e presto per sapere se saranno in grado di reggere il colpo e mantenere e meritarsi la fama attuale neo prossimi anni, ma non è presto per dire che i Måneskin stanno muovendo una rivolta generazionale in un mondo, quello dei più giovani, legato alla musica digitale. Stanno portando le nuove generazioni ad affezionarsi agli strumenti e a riscoprire la musica rock, non solo i Måneskin.

I prossimi passi della band intanto sono ancora un mistero. Non sappiamo se è in lavorazione nuova musica ne se ci saranno novità sotto un punto di vista della scrittura, ma per saperlo dovremo aspettare i prossimi lavori.

Per quanto invece riguarda la categoria best Italian act, a vincere il premio è stato Aka7even, ex “Amici”. Strana svolta in quanto sembrava ormai scontato che anche questo premio sarebbe stato assegnato alla band di “Zitti e Buoni”