Dave Grhol, frontman dei Foo Fighters, durante un concerto al Rock in Rio – Brasile, Rio de Janeiro, 28 settembre 2019.
Dave Grhol, frontman dei Foo Fighters, durante un concerto al Rock in Rio – Brasile, Rio de Janeiro, 28 settembre 2019.

DAVE GROHL, il nuovo disco dei FOO FIGHTERS e il tributo ai NIRVANA

In occasione della festa della mamma i Foo Fighters hanno condiviso sui loro canali social una recente intervista a Dave Grohl e a sua madre Virginia. L’intervista andata in onda su ALT 98.7 FM ha visto madre e figlio in collegamento telefonico dalle loro abitazioni. Durante l’intervista Dave Grohl si è fatto sfuggire qualche altro dettaglio sul nuovo disco dei Foo Fighters, ma soprattutto hanno parlato del recente tributo ai Nirvana messo in scena da Post Malone.

Il tributo ai Nirvana di Post Malone

Parlando dell’esibizione del rapper Dave Grohl ha condiviso i complimenti e la recensione più che positiva di Krist Novoselic. I due ex Nirvana si sono detti più che contenti del tributo di Post Malone e della sua band d’eccezione con un particolare riferimento a Travis Barker.

«Ho iniziato a guardarlo e, prima di tutto, osservando Travis suonare alla batteria quelle canzoni dei Nirvana, mi sono sentito onorato – ho pensato che fosse super figo»

L’ex batterista dei Nirvana e sua madre hanno poi parlato del documentario “From Cradle to Stage”, tratto dal romanzo di Virginia che racconta come è la vita della mamma di una rockstar. Il documentario in uscita prossimamente vedrà come protagonisti, ovviamente, Dave Grohl e Virginia Hanlon Grohl e molti altri nomi noti del rock.

Il nuovo disco dei Foo Fighters.

Parlando poi del nuovo disco dei Foo Fighters, Dave Grohl ha rivelato altri particolari molto interessanti sullo stato di questo nuovo lavoro:

 «Il disco è molto bello, non vediamo l’ora che la gente lo senta e di presentarlo dal vivo. È pieno di canzoni rock da cantare. È un po’ come un album dance, ma non EDM. Ha ritmo. Per me, è il nostro ‘Let’s dance’ di David Bowie. È quello che volevamo fare, volevamo fare un disco molto divertente»

Stando da altre rivelazioni tratte sempre dall’intervista il disco sarebbe già pronto, anche se non ha ancora una data di uscita e un titolo ufficiali. Probabilmente a causa dell’emergenza sanitaria ne sapremo di più in autunno se non addirittura il prossimo anno. Stesso discorso per il documentario “From Cradle to Stage” che ancora non ha una data di uscita ufficiale.