Sting durante un concerto all'evento Griminelli & Friends
Sting durante un concerto all'evento Griminelli & Friends – Emilia Romagna, 20 novembre 2019.

Sting si sbilancia:” Sono un cantante Heavy Metal”

Avreste mai pensato di sentire queste parole uscire dalla bocca del cantante di “Every breath You Take”? No vero? E invece è stata proprio l’affermazione di Sting (non per intero). Infatti il cantante e bassista si è raccontato in un’intervista dove ha spiegato quasi tecnicamente perché può paragonarsi ed è a tutti gli effetti un cantante Heavy Metal. Diciamo che la teoria in realtà fa un po’ acqua da tutte le parti, ma onestamente, se lo dice Sting, è legge.

Secondo il suo modo di vedere la faccenda, nei The Police ha dovuto adattare la sua voce a un registro molto alto per poter sovrastare gli strumenti e rendersi interessante. Questo farebbe di lui un cantante heavy metal, perché come spiega, è lo stesso tipo di approccio che utilizzano:

La maggior parte dei cantanti heavy metal cantano in alto, quindi sono un cantante heavy metal, ma con un po’ più di melodia. È lo stesso, per superare il rumore della band hai bisogno di quel registro. Non puoi essere un baritono in una rock band, per davvero

Sting

Insomma improvvisamente i The Police, dopo anni e anni di carriera in cui pensavamo fossero una rock band leggera, diventano una band heavy metal, e noi pagheremmo oro per vedere Sting esibirsi con in mano un Jackson e il trucco intorno agli occhi in abito scuro. Ma sicuramente non andrà così. Potrebbe andare molto meglio. Perché oltre a vederlo in questi panni, potrebbe essere un cantante heavy metal caporale maggiore dell’esercito. Vi giuriamo che è tutto vero e potrete vedere l’intervista con i vostri occhi. Infatti secondo lui lo sforzo affrontato con la voce per superare gli strumenti, potrebbe essere paragonato a quello di un caporale maggiore che urla ai suoi soldati, soverchiando il rumore dei proiettili.

Un sergente maggiore urlava e strillava sulla piazza d’armi. E sapete perché? Perché loro dovevano superare il rumore dell’artiglieria in battaglia. Carica o ritirati. Avevano bisogno di essere ascoltati. I cantanti hanno la medesima esigenza

Sting

Scherzi a parte, sappiamo tutti che quello che Sting ha fatto negli anni è pura poesia e che le sue parole sono ovviamente ironiche, ma con un pizzico di verità in fondo. L’intervista ha anche toccato il momento in cui ha abbandonato i The Police per dedicarsi alla sua carriera solista, e ancora una volta il cantante e bassista ci ha degnato di una delle sue perle:

Il mio istinto mi suggeriva che avevamo ottenuto tutto ciò che avremmo potuto pensare di ottenere. Dopo di che si ottiene un rendimento decrescente di soddisfazione. Quindi avevo bisogno di correre un altro rischio. Ovviamente ho avuto slancio grazie al successo dei Police: qualunque cosa avessi fatto dopo, la gente sarebbe stata almeno curiosa. Quindi ho usato quello slancio per spingermi in un’altra carriera. Ma era un rischio. Penso che l’arte sia sempre un rischio. Se non corri il rischio, non stai facendo arte.

Sting